Lo studio del canto e della recitazione negli anni producono la creazione di una metodologia didattica che possiamo definire innovativa. L’insegnamento dell’uso della voce per me è un’ulteriore forma di accrescimento artistico e rappresenta indubbiamente una vocazione sviluppatasi a cesello anno dopo anno. Devo certamente tutto alla mia personale formatrice vocale, Francesca Della Monica, che mi ha insegnato prima ad usare la voce  e poi ad insegnarlo agli altri. Nel tempo la mia personale metodologia si è avvalsa di un profondo studio di connessione fra corpo e voce, ed oggi posso affermare di avere sviluppato un metodo di sintesi fra respirazione costodiaframmatica, uso dei risuonatori, utilizzo dell’espressività della parola e allargamento della gamma vocale.

 

Dal 2013 lavoro ininterrottamente sulla formazione vocale per attori, esperienza professionale che mi ha portato nel 2016 sul palco del Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa, dove ho lavorato con attori come Luigi Lo Cascio, Francesca Ciocchetti, Sandra Toffolutti, Massimo Verdastro per la regia di Federico Tiezzi in “Questa sera si recita  a soggetto” di Luigi Pirandello. Il dicembre dello stesso anno ho lavorato come formatrice per la rassegna di Rodolfo Di Gianmarco TREND – Nuove Frontiere della Scena Contemporanea insieme a Giacomo Bisordi, lavorando con Ludovica Modugno, Pilar Fogliati, Lucrezia Guidone, Gianluigi Fogacci. Lo studio del canto per gli attori è spesso compromesso dall’iperarticolazione della parola che impedisce una fluidità del suono omogeneo e libero da vincoli,  mentre per i cantanti è spesso sottoutilizzato l’aspetto espressivo ed emotivamente dinamico dell’utilizzo testuale del gesto vocale. Per entrambe le categorie, come per chiunque si avvicini ad affrontare un problema vocale e respiratorio nell’emissione, ci si scontra poi con una serie di blocchi fisici, logopedici, diaframmatici, laringei, di sostegno. Il lavoro che negli ultimi anni ho approfondito si avvale inoltre dell’indagine sulla voce e sulle sue problematiche in associazione alla disciplina del Pilates, come compreso dall’incontro con Anna Maria Cova, ove le zone di scultura del nostro corpo divengono perfetti risuonatori in cui far sviluppare ed evolvere la nostra area di comfort vocale.

 

 

Da settembre 2017 è possibile lavorare con me sia privatamente che in studio, presso il Centro Arte e Movimento, in via Mecenate 22 a Roma, dove è attivata permanentemente la disciplina di Vocal Make Up. La disciplina è un primo approccio per chiunque al miglioramento dell’estetica della propria voce. Il programma è personalizzato e non ha bisogno di alcuna precedente preparazione, ma è l’approccio più veloce, sicuro ed efficace sia per professionisti (attori, cantanti, doppiatori, public speaker) che per chiunque  abbia semplicemente desiderio di migliorare la propria voce. Il Vocal Make Up risponde pienamente alle esigenze di chi desidera diventare o tornare a sentirsi felicemente competente sia in un brano vocale parlato che cantato, oltre che un aiuto di sblocco per la semplice comunicazione quotidiana. Completa il lavoro un programma di igiene vocale attuato con la supervisione della dottoressa Silvia Spinelli, medico foniatra.

SCRIVIMI !

Ciao, adesso non sono nei paraggi, ma lasciami pure un messaggio ;)

Sending

©2018 Sarah Biacchi - Tutti i diritti sono riservati

Log in with your credentials

Forgot your details?